17 dicembre 2011

Pasta "simil-bottarga"

Avrei potuto anche intitolare questo post "la bottarga dei poveri" o "corri corri che devo ancora comprare i regalo di Natale prima del rientro"!
A dire il vero di bottarga in questa pasta non c'è neanche l'ombra...però un po' la consistenza, un po' il sapore una volta hanno fatto esclamare a un mio commensale "ma dove hai trovato la bottarga qui a Madrid?". E da allora, questa per me è la pasta "simil-bottarga"! Non me ne vogliano i degustatori dell'originale "caviale d'oro del Mediterraneo del tempo dei fenici", sua maestà la bottarga!

Per me questa è una pasta davvero perfetta per chi proprio non vuole rinunciare allo "spaghetto" del sabato e che, allo stesso tempo, ha deciso che questo sabato pomeriggio sarà totalmente e rigorosamente dedicato alla ricerca dei regalini perfetti da riportare a casa! Bando alle ciance, che si va di fretta e scusate la pessima foto (sobretodo lo digo a Fernando, que después tanto hablar contigo el jueves pasado, acabo de nuevo publicando unas de estas fotos malísima!).

Ingredienti (per due persone)
- spaghetti
- olio extra vergine d'oliva (1 cucchiaio)
- aglio (1 dente d'aglio tagliato a pezzettini)
- pangrattato (3 cucchiai)
- 3-4 filetti di acciughe sottolio 
- sale grosso

Salare e far bollire l'acqua, quindi cuocere gli spaghetti (al dente!).
Nel frattempo, in una padella antiaderente, tostare il pangrattato (senza aggiungere olio), fino a quando non avrà un colore dorato. Togliere dalla padella e lasciar raffreddare in un piatto.
Separatamente, in un tegame, rosolare l'aglio e aggiungere i filetti di acciughe. Mescolare fin quando i filetti non si saranno sminuzzati (un paio di minuti). Quindi aggiungere la pasta ben scolata, e per ultimo il pangrattato tostato. 
Servire immediatamente! Buon appetito! 



Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...