01 novembre 2014

A tutta frutta: il MANGO - Macedonia di solo mango

Frutta, frutta e ancora frutta! Nell'immenso Brasile è possibile incontrare una varietà pressochè infinita di frutta. Ne ero rimasta affascinata la prima volta in viaggio, e continuo a stupirmi ora che vivo da queste parti. Per la sottoscritta è decisamente tra le cose più belle di questo enorme paese, perché, letteralmente, a-m-o la frutta! Altro che 5-6 porzioni giornaliere! Devo costantemente ricordare a  me stessa di limitare le quantità. :-) 
Dal nord al sud del Brasile, ogni viaggio è una scoperta: c'è sempre almeno un frutto nuovo da assaggiare. Una nuova forma, con nuovi colori e nuovi sapori.
E allora ho deciso di dare più spazio alla frutta. Magari una volta al mese (cercherò di impegnarmi!) renderla protagonista e raccontare, con qualche dettaglio in più, le mie "scoperte fruttifere", pubblicando racconti di quotidianità, di mercato settimanale, di frutta fresca di stagione. Forse per alcuni risulteranno scoperte un po' banali, per me non lo sono. 
Per me rimane sempre una sorpresa passeggiare tra le bancarelle del mercato...lasciarsi catturare da nuovi odori...prendere tra le mani un frutto maturo e profumato...scoprirne il nome...essere chiamati dal venditore della bancarella al lato...ricevere inaspettatamente, con un sorriso (e certe volte pure con insistenza!), un frutto da assaggiare...
Il Brasile è immenso, quindi mi limiterò ai tipi e le varietà di frutta che si trovano quotidianamente a Rio de Janeiro, con i rispettivi nomi. Eh si, perchè da regione a regione non cambiano solo le varietà, ma anche i nomi per indicare lo stesso tipo di frutto! Non saranno varietà ricercate o incontrate in mercati speciali. Assolutamente no! Piuttosto è quello che finisce nella busta della spesa dopo aver passeggiato al mercato, o semplicemente al supermercato.
E allora si inizia con il MANGO, il re della frutta tropicale!
Quanti tipi di mango è possibile incontrare sui banchi di un mercato a Rio de Janeiro? Anche di più di quelli mostrati in questa foto...
Ho letto che in India è impossibile contare le varietà di mango, ciascuna con le sue dimensioni e i suoi colori. Ma anche in Brasile non si scherza. A Rio de Janeiro, praticamente quasi tutto l'anno, si incontrano almeno almeno 5 varietà: Tommy, Manguita, Espada, Haden, Palmer. 
L'epoca migliore per comprare il mango da queste parti è proprio novembre (da novembre a gennaio), la produzione è maggiore e i prezzi più bassi. Al contrario, il mese peggiore è probabilmente maggio!
Frutto originario del sud dell'Asia, attualmente si coltiva in tutti i paesi dal clima tropicale e subtropicale. Per avere un'idea si stima che nel mondo esistano fino a 1000 varietà differenti di mango. La forma e le dimensioni di questo frutto possono cambiare notevolmente. Esistono tondi, ovali, allungati e fini, a forma di cuore, grandi come una nespola o enormi fino a pesare 2 kg. Stesse possibilità per il colore della buccia che può essere giallo, arancione, rosso, verde, o variare durante la maturazione.
Per scegliere il mango da acquistare, bisogna "annusare" la buccia e riconoscere l'odore marcato e deciso del mango. Inoltre, facendo pressione con le dita, la buccia deve risultare morbida senza rompersi oltre a non dover presentare ammaccature, tagli, macchie scure, o un liquido "appiccicoso" che ricopre la buccia, infatti in questi casi il frutto risulta troppo maturo. Al contrario se l'odore non è intenso, la buccia è verde (tranne alcune varietà come la "Espada") o è troppo rigida, il mango non è abbastanza maturo e il suo sapore non è affatto gradevole.
Il mango va conservato in un luogo fresco e ventilato o anche in frigorifero. Se non è ben maturo si può avvolgere in carta da giornale per favorire la maturazione.
La varietà più coltivata e consumata in Brasile è sicuramente la "Tommy Atkins". Grande e pesante, il mango "Tommy" ha una buccia spessa, lucida e cerosa. La polpa è consistente e fibrosa.
Altra varietà molto comune è la "Palmer". Con un nocciolo più piccolo, è meno fibrosa e la buccia  passa da verde a rossastra quando il frutto matura.
Il Mango "Haden" (o Aden") è considerato tra le varietà più belle di mango con la sua buccia giallo-rossastra. La polpa è suave e poco fibrosa.
Con un formato allungato e leggermente curvato alle estremità, la varietà "Espada" ha una buccia di colore verde intenso anche quando il frutto è maturo. La polpa è molto dolce e fibrosa.
Il mango "coquinho" o "manguita" è piccolo, tondeggiante, con la buccia gialla. Dolce e poco fibroso è molto utilizzato per preparare succhi. Delizioso.
Oltre a queste varietà molto molto comuni da incontrare, è possibile trovarne anche molte altre, tra cui: Bourbon, Bourbon vermelha, Coração de Boi (che significa "cuore di bue"), Manga Rosa, Keit, Manga-Maçã (o Mango-mela), Manga manteiga (o "Mango burroso"). Ognuna con il uso sapore e colore caratteristico.
Ricco di carboidrati, vitamine (soprattutto A ma anche vitamine B e C), ferro, fosforo, calcio, zinco, potassio e magnesio, il mango è un "alleato" per la salute della pelle e non solo!
Questa volta niente ricetta e nessuna lista degli ingredienti. Semplicemente, ho tagliato a pezzetti i 5 tipi di mango comprati e ho preparato una specie di macedonia di solo mango. In un bicchiere alto e trasparente ho sistemato a strati i pezzetti delle differenti varietà di mango, una sopra l'altra. È stato divertente concentrarsi e riconoscere le differenze di sapore e consistenza. Delizioso questo frutto.


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...