25 marzo 2015

Panini semidolci al latte e miele di lavanda

Proprio non resisto! Ogni volta che sbircio in un blog finisco per "ricadere nella trappola" di dolci e dolcetti. Mi piace troppo prepararli. E non vi sto a raccontare come mi piace provarli appena usciti dal forno! Perché si, la maggior parte escono proprio dal forno! :-P Questi paninetti sono terribilmente facili da preparare e proprio buoni, da soli o farciti. E il sapore di miele si sente. A ogni morso rimane in bocca quel bel "retrogusto"...ma che paroloni uso! Buona giornata.
La ricetta originale la trovate in questo bel sito qui. Ho modificato davvero poco rispetto all'originale. Ho aggiunto due cucchai di zucchero piuttosto che due cucchiaini, ma è stato decisamente un errore di lettura (troppa fretta!). E ho variato i tempi di lievitazione (che ho allungato) semplicemente per adattarli alla mia giornata. Sicuramente riproverò questa ricetta con qualche aggiunta in più...già penso ad uvette, cioccolato e semi vari...ho l'acquolina solo a scrivere gli ingredienti e immaginando i panini uscire dal forno. Mhhhhhhh!!!

Ingredienti (per circa 10 panini)
- 270 gr di farina 00
- 150 mL di latte intero tiepido
- 46 gr di miele (io ho usato miele di lavanda)
- 25 gr di burro
- 2 cucchiai di zucchero di canna semolato
- mezzo cubetto di lievito di birra
- un pizzico di sale

Aggiungere al latte tiepido il lievito di birra sbriciolato e mescolare. Quindi aggiungere lo zucchero e mescolare ancora. Coprire e lasciar riposare mentre si preparano gli altri ingredienti. In questo modo il lievito ha il tempo di "attivarsi", formando una schiumetta densa sulla superficie.
In un pentolino far sciogliere il miele con il burro, senza riscaldare troppo. Quindi spegnere il fornello e lasciar raffreddare.
In una ciotola capiente versare la farina e il sale, mescolare. Aggiungere prima il composto di burro e miele, quindi quello di latte e lievito. Inizialmente mescolare con un cucchiaio, quindi impastare (io a mano, ma potete usare anche l'impastatrice, è più veloce) fino ad ottenere un composto morbido, omogeneo e non appiccicoso che sarà facile staccare dalle mani. Come suggerito nella ricetta originale, impastando a mano saranno necessari circa 15 minuti. 
Formare una palla e lasciar lievitare nella stessa ciotola, opportunamente coperta con un panno e sistemata in un posto caldo della cucina, fino al raddoppio. Io l'ho lasciata lievitare per circa 6 ore, ma un paio d'ore dovrebbero essere sufficienti.
Riprendere l'impasto e formare tante palline delle dimensioni di un mandarino lavorando leggermente l'impasto, cioé ripiegando i bordi verso l'interno un paio di volte e quindi formando la pallina. Sistemare le palline d'impasto su una teglia precedentemente imburrata e infarinata, con la parte liscia verso l'alto e sufficientemente distanti le une dalle altre perché lieviteranno ancora, crescendo molto. Lasciar lievitare per circa altre due ore, o fino al raddoppio dell'impasto, sempre coprendo la teglia.
Preriscaldare il forno a 180 °C. Prima di infornare spennellare i paninetti lievitati con un po' di latte. Quindi sistemare in forno già caldo per circa 20 minuti (o fino a far dorare la superficie). Togliere dal forno e lasciar raffreddare.

...possono essere conservati in una scatola chiusa per almeno tre quattro giorni, di più non so dirvi perché, come sempre, sono finiti prima. :-)


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...